Da: "Noi e l'Oracolo" - "16 il fervore"

Regole del forum
Scrivi in questo forum per segnalare agli amministratori e all'attenzione della community le tue proposte per migliorare l'esperienza utente, oppure i problemi di interesse pubblico che hai rilevato nel funzionamento della board.

Prima di scrivere, considera che è vietato postare argomenti di interesse privato e violare le norme sulla privacy.

LEGGI CON ATTENZIONE: Regolamento di questo forum · Regolamento generale · Manifesto
Avatar utente
Valter Vico
Site Admin
Messaggi: 568
http://meble-kuchenne.info.pl
Iscritto il: 07 set 2012, 20:51
Località: Torino
Contatta:

Re: Da: "Noi e l'Oracolo" - "16 il fervore"

Messaggio da Valter Vico »

Come dice il titolo di questa discussione il "fervore" nelle discussioni va bene perchè il rapporto fra noi e con l'oracolo è intenso per cui è facile infervorarsi.
Credo che la regola fondamentale a cui attenersi sia sempre quella sportiva di contrastare anche duramente sulla palla, ma mai sul giocatore.
E' giusto e doveroso, come dice Aulentissima, riconoscere chi è "stato disponibile, sollecito e utile in alto grado", anche se vi sono episodi polemici (che non mi preoccupano più di tanto, vd. 13.5).
Non per niente fervore e modestia sono i due complementari.

Mi ha colpito Sennin quando dice si rischia di slittare in "uno di quei forum al femminile per risolvere problemi di cuore".
Credo si debba lavorare molto su questo perchè, malgrado i vostri interventi sempre centrati e pertinenti, basta un attimo a cadere nella melassa più appiccicosa. Ho la sensazione che spesso si varchi la linea di confine quando invece di dar credito all'oracolo, anche con le sue crudezze, si slitta sulla psicologia spicciola e sui buoni sentimenti zuccherosi. Certo non è facile trovare il giusto equilibrio che tenga il dovuto conto del fatto che la persona soffre nella situazione. Però se Yi non è uno strumento evolutivo a cosa diavolo serve?
Valter Vico, consultazioni e corsi di I Ching e Numerologia
https://iching.blog/
Immagine
https://www.shiatsumilanoeditore.it/pro ... g-i-ching/
sennin185
Messaggi: 532
Iscritto il: 23 ott 2012, 00:43

Re: Da: "Noi e l'Oracolo" - "16 il fervore"

Messaggio da sennin185 »

Valter Vico ha scritto:Come dice il titolo di questa discussione il "fervore" nelle discussioni va bene perchè il rapporto fra noi e con l'oracolo è intenso per cui è facile infervorarsi.
Credo che la regola fondamentale a cui attenersi sia sempre quella sportiva di contrastare anche duramente sulla palla, ma mai sul giocatore.
E' giusto e doveroso, come dice Aulentissima, riconoscere chi è "stato disponibile, sollecito e utile in alto grado", anche se vi sono episodi polemici (che non mi preoccupano più di tanto, vd. 13.5).
Non per niente fervore e modestia sono i due complementari.

Mi ha colpito Sennin quando dice si rischia di slittare in "uno di quei forum al femminile per risolvere problemi di cuore".
Credo si debba lavorare molto su questo perchè, malgrado i vostri interventi sempre centrati e pertinenti, basta un attimo a cadere nella melassa più appiccicosa. Ho la sensazione che spesso si varchi la linea di confine quando invece di dar credito all'oracolo, anche con le sue crudezze, si slitta sulla psicologia spicciola e sui buoni sentimenti zuccherosi. Certo non è facile trovare il giusto equilibrio che tenga il dovuto conto del fatto che la persona soffre nella situazione. Però se Yi non è uno strumento evolutivo a cosa diavolo serve?
sono d'accordo su tutto Valter. D'altra parte è difficile non esserlo visto il contributo che dai e la conoscenza che mostri e che condividi. Rispetto all'ultima parte del tuo intervento io credo che sia proprio qui il nocciolo della questione. Come leggere L'oracolo quando la risposta non giunge chiara? Yi è uno strumento personale che parla la lingua di chi lo consulta. Pretendere di dare delle risposte sicure qui è pericoloso. Qui si possono far vedere delle possibili letture. Ma solo chi lancia conosce il suo cuore e la sua situazione. e la sua verità interiore. Allora la scelta può essere o non rispondere oppure cercare di far capire. Quale altra strada si può perseguire? Infine: si vuole realmente il successo di questo forum? Si aspira a Clarity? Allora deve accadere qualcosa. Deve diventare un punto di riferimento. Come per ogni attività è necessario l'avviamento. Altrimenti non succede nulla. Grazie Valter.
Avatar utente
Valter Vico
Site Admin
Messaggi: 568
Iscritto il: 07 set 2012, 20:51
Località: Torino
Contatta:

Re: Da: "Noi e l'Oracolo" - "16 il fervore"

Messaggio da Valter Vico »

Grazie a te per il tuo contributo al forum.
E' da un po' che mi chiedo come dare un'impronta più "alta" alle discussioni.
Credo che l'esagramma 16 possa indicare delle linee guida.
Le questioni sentimentali suscitano interesse e "fervore". L'energia che mettono in gioco è potente, vuole uscire fuori, non si può fermare (e non sarebbe giusto farlo), ma va incanalata perchè non rimanga solo eccitazione fine a se stessa.
L'indicazione della sentenza e dell'immagine è di disciplinarla ed inquadrarla in una prospettiva evolutiva e spirituale.
Su questa base batterei molto innanzitutto sulla corretta impostazione della domanda. Spingiamo perchè si pongano domande in cui il postulante si ponga il più possibile in un ruolo attivo, partecipe e propositivo all'interno della sua situazione.
Valter Vico, consultazioni e corsi di I Ching e Numerologia
https://iching.blog/
Immagine
https://www.shiatsumilanoeditore.it/pro ... g-i-ching/
sennin185
Messaggi: 532
Iscritto il: 23 ott 2012, 00:43

Re: Da: "Noi e l'Oracolo" - "16 il fervore"

Messaggio da sennin185 »

Valter Vico ha scritto:Grazie a te per il tuo contributo al forum.
E' da un po' che mi chiedo come dare un'impronta più "alta" alle discussioni.
Credo che l'esagramma 16 possa indicare delle linee guida.
Le questioni sentimentali suscitano interesse e "fervore". L'energia che mettono in gioco è potente, vuole uscire fuori, non si può fermare (e non sarebbe giusto farlo), ma va incanalata perchè non rimanga solo eccitazione fine a se stessa.
L'indicazione della sentenza e dell'immagine è di disciplinarla ed inquadrarla in una prospettiva evolutiva e spirituale.
Su questa base batterei molto innanzitutto sulla corretta impostazione della domanda. Spingiamo perchè si pongano domande in cui il postulante si ponga il più possibile in un ruolo attivo, partecipe e propositivo all'interno della sua situazione.
mi sembra molto appropriato
Rispondi