40. ䷧ 解 - Jie - La Liberazione

Il commentario collaborativo, esagramma per esagramma
Regole del forum
Scrivi in questo forum le tue considerazioni e le tue esperienze su un particolare esagramma o su una particolare linea.

ATTENZIONE: tutto ciò che scrivi in questo forum sarà sottoposto all'approvazione degli amministratori.

Quando scrivi, ricordati:
- di parlare sempre in nome della tua esperienza personale e di evitare troppe generalizzazioni;
- di distinguere correttamente tra il contenuto di quanto scritto e il soggetto scrivente;
- di non provocare e di non rispondere ad eventuali provocazioni;
- di mantenere sempre una certa flessibilità nelle tue posizioni e di rispettare in ogni caso quelle degli altri.

Per visualizzare gli esagrammi in ordine numerico, scegli Ordina per - Titolo - Crescente nel menu a tendina in fondo alla pagina.

LEGGI CON ATTENZIONE: Regolamento generale · Manifesto

Messaggi: 2
Iscritto il: 20 nov 2019, 16:35

Re: 40. ䷧ 解 - Jie - La Liberazione

Messaggioda Rora » 01 dic 2019, 17:34

Premetto che scopro ora questo sezione del forum e ne sono estremamente stupita/colpita.

Avendo iniziato lo studio di questo esagramma, trovo che ci sia qualcosa di strano nella traduzione della sesta linea.

Riporto le varie traduzioni e per brevità sintetizzo tra il testo principale e la parafrasi, senza alterare il contenuto:
La traduzione di di Wilhelm:
"Il principe tira A UNO sparviero SU un alto muro. Egli lo abbatte, così si libera dei recalcitranti. Tutto è propizio".
La traduzione di Ferrero (grazie per averla messa a disposizione):
"Il duca tira A UN falco DA un alto muro della città: così libera [se stesso] da un ribelle; lo prende. Nulla che non sia propizio."
La traduzione di Legge (ancora, grazie):
"A feudal prince (with his bow) shooting AT A falcon ON the top of a high wall, and hitting it: thus he removes (the promoters of) rebellion. (The effect of his action) will be in every way advantageous".

Tolta l'ambiguità della preposizione SU/DA/ON (Sull'alto muro ci sta il principe o il falco? In inglese la stessa sillaba contiene entrambe le opzioni e genera ambiguità, mentre in italiano l'una o l'altra vengono necessariamente escluse), quello che mi confonde particolarmente è la figura dello sparviero/falco.
Il dubbio nasce dalla lettura della traduzione Eranos, che si distingue dalle altre perché non restituisce una frase sintatticamente continua bensì la traduzione slegata dei singoli ideogrammi, dove soggetto e complemento non sono definiti ma si evincono dal "senso generale della frase"... così come dovrebbe essere nel testo tradizionale cinese. Evito di riportare l'insieme della frase perché senza il libro a fronte, che fa un elenco dei significati delle singole parole, può soltanto confondere il lettore di questo messaggio.
Faccio soltanto presente che, seppure anche qui si utilizza la preposizione "a un", sottintendendo che il colpo è diretto al falco, in realtà questa NON E' PRESENTE NEL TESTO ORIGINALE: viene inclusa soltanto per semplificare la lettura d'insieme a un lettore occidentale.
Inoltre la parola "falco", cioè SHUN, riporta questo significato: "varie specie di uccelli da preda usati nella caccia".

In effetti, il falco è/veniva utilizzato nella falconeria come animale PER cacciare, non DA cacciare.
Temo che potrebbe esserci un mastodontico errore nelle varie traduzioni, anche se solamente linguistico, dove si fa intendere che bisogna "abbattere" un proprio fedele aiutante quale potrebbe essere il falco, invece di servirsene. D'altra parte, colui che viene indicato come ribelle potrebbe essere proprio il falco stesso, che dovrebbe servire da compagno ed invece non lo è. Oppure ancora, potrebbe essere che il nobile viene rappresentato nella caccia COME un falco, che va diritto sulla preda.

Cosa ne pensate?
Avete a disposizioni altre traduzioni che potrebbero dirimere definitivamente questo sospetto?

Site Admin
Avatar utente
Messaggi: 555
Iscritto il: 07 set 2012, 20:51
Località: Torino

Re: 40. ䷧ 解 - Jie - La Liberazione

Messaggioda Valter Vico » 01 dic 2019, 18:42

È vero ciò che dici in generale sulla lingua cinese, ma qui il contesto sembra sufficientemente chiaro ed è anche confermato dal commento alla linea e dalle sentenze aggiunte.

La mia versione è:

Sei sopra:
Il duca tira ad uno sparviero su di un alto bastione e lo abbatte.
Nulla che non sia propizio.

Commento alla Linea (Xiang Zhuan - IV Ala - Xiao Xiang):
“Il duca tira ad uno sparviero”: invero si Libera dei ribelli.

Sentenze Aggiunte (Da Zhuan / Xi Ci – VI Ala):
Nei Mutamenti è detto: “Il duca tira ad uno sparviero su di un alto bastione. Egli lo abbatte. Nulla che non sia propizio.”.
Il Maestro (Confucio) disse: Lo sparviero è lo scopo della caccia. Arco e frecce sono strumenti e mezzi. L'arciere è l'uomo (il quale deve usare i mezzi in modo retto per conseguire lo scopo). Il nobile serba i mezzi nella propria persona. Egli aspetta il momento opportuno ed allora agisce. Come non dovrebbe andare tutto bene? Egli agisce ed è libero. Perciò deve solo uscire ed abbattere la preda. Questo accade ad un uomo che agisce dopo aver approntato i suoi mezzi.

Qui puoi vedere la traduzione letterale: https://ctext.org/dictionary.pl?if=en&id=25725
Valter Vico, consultazioni e corsi di I Ching e Numerologia
https://iching.blog/
Immagine
https://www.shiatsumilanoeditore.it/prodotto/yi-jing-i-ching/

Torna a Esagrammi e linee (Wiki-Ala)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite